Transgender day of visibility

Il 31 marzo è la Giornata Internazionale della Visibilità Transgender.
Celebriamo l’orgoglio perché siamo fierə di noi e delle nostre vite e abbiamo deciso di farlo scendendo in piazza e presidiando quello spazio che ci appartiene e che vogliamo riprenderci.
TUTTE le esperienze trans sono valide, così come ogni percorso ed ogni vita e non è la sofferenza a renderli tali.
Parliamo di visibilità perché siamo costrettə a subire un’oppressione sistemica su più fronti e alla retorica della porngrafia del dolore contrapponiamo la gioia di creare comunità e di esistere nonostante tutti gli absi e la sovradeterminazione che ci becchiamo.

Giusto per fare un esempio, in Spagna è stata approvata da circa un mese una legge che prevede la possibilità per le persone di autodeterminare, a partire dai 16 anni, la propria identità di genere.
In Italia abbiamo una legge vecchia e parziale, inoltre se si parla di noi lo si fa come untori della “ideologia gender” nelle scuole, quando quello che vogliamo è semplicemente informare e sensibilizzare per cercare di creare luoghi safe.

Il percorso gender affirming è poi spesso pieno di ostacoli, una macchina burocratica complicata e dispendiosa.
In questo Paese le persone della comunità trans hanno difficoltà ad accedere alla sanità, all’istruzione e al lavoro, a campare con serenità.
Scendiamo in piazza per questo e per tutto.
Scendiamo in piazza per celebrare il nostro orgoglio e la nostra autodeterminazione.

📍Stay tuned per conoscere luogo e dettagli.

Per aderire, contribuire all’organizzazione e/o avere info, scrivici in DM.

Share:

Facebook
Twitter
WhatsApp
Telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

On Key

Post correlati

Il tuo 5×1000 a Love My Way

Credi in un attivismo queer intersezionale antirazzista, antiabilista, transfemminista, per la giustizia ecologica e sociale, antifascista e dal basso? Hai avuto modo di partecipare alle

Calendario di Maggio

Ecco il calendario di maggio.Siamo già stat3 in piazza per la visibilità delle soggettività lesbiche, lo saremo insieme al collettivo di fabbrica ex-GKN. Inoltre riapriremo

TDOV 2024

Ad una narrazione di sofferenza come unica caratteristica della comunità trans vogliamo contrapporre la visibilità delle nostre vite, dei nostri corpi, delle nostre scelte, della